martedì, giugno 24, 2008

Immagini e sensazioni da Dubai ...

Qui è calda, molto calda, MOLTO CALDA ... e come se non bastasse entri in hotel e da 40 gradi passi a 20 ...

Sembra che in città siano tutti preoccupati per il mercato del Real Estate che, pur non crescendo come dovrebbe ha prezzi d'affitto talmente alti che come benefit aziendale ai manger danno la casa! ... un altro problema e della competizione con Abu Dhabi ... al picco petrolifero pensano ancora poco, anzi quasi nulla, anche se appena entro in albergo trovo sul tavolino una rivista di questo tipo:


Per loro il picco non è un problema, perlomeno è percepito come un problema di LUNGO periodo. I pericoli sono legati al fatto che il dollaro è troppo elevato e vengono ridotti i margini, basta guardare il grafico di come il Dirham (valuta UAE) si muove nei confronti dell'euro per vedere che è legatissima all'andamento del dollaro e del petrolio.

Vi lascio con una foto di quello che è la Dubai Philosophy, ad esempio il loro pensiero ora è di creare un quartiere che da solo è grande il doppio di Hong Kong.



L'impressione è che qui tutto poggi sulla sabbia e che le fondamenta sono il danaro ... ecco la skyline di DUBAI la sera ...



domenica, giugno 08, 2008

Perché Emirates fa shopping in periodi bui ...

Da frequent flyer sugli Emirati Arabi volo spesso con Emirates airlines (che fa base a Dubai), ho avuto anche il dispiacere di farmi un Milano Dubai con quei carcassoni di alitalia esperienza che non farò mai più.

Emirates è una compagnia fantastica, economica sia in Economy (709 Euro con il diretto da Malpensa su Dubai) che in Business ed è il maggio cliente di Airbus. E' l'azienda che ha ordinato 58 Airbus a 380 (l'aereo passeggeri più grande del mondo per intenderci) nonché altri aerei più "piccoli".

Gli Emirati Arabi sono tra quei paesi che hanno informazioni di prima mano sul petrolio non fosse altro perché lo estraggono dai giardini sotto casa, la domanda che mi pongo è, se loro sanno che il petrolio è finito come mai comprano 58 Airbus A380???

La risposta che mi sono dato è articolata:
- Il petrolio non è finito, diciamo che non è più un bene che si può sprecare.
- I paesi del golfo saranno comunque gli ultimi a finire il petrolio, dunque potranno permettersi di far volare le flotte anche quando per altre compagnie che non hanno il petrolio in casa sarà sconveniente farlo
- Il ritorno dell'investimento di un aeromobile non è esattamente breve dunque il petrolio, perlomeno per loro, sarà conveniente da utilizzare almeno per i prossimi vent'anni

Che ne pensate?
Cla

Se fai l'amore sei un peccatore, se non fai l'amore ti discriminano ...

Cavolo, certo che la Chiesa è proprio strana ... ha vietato il matrimonio ad un ragazzo paraplegico perché non riesce a fare l'amore ..

Bah ...