domenica, giugno 08, 2008

Perché Emirates fa shopping in periodi bui ...

Da frequent flyer sugli Emirati Arabi volo spesso con Emirates airlines (che fa base a Dubai), ho avuto anche il dispiacere di farmi un Milano Dubai con quei carcassoni di alitalia esperienza che non farò mai più.

Emirates è una compagnia fantastica, economica sia in Economy (709 Euro con il diretto da Malpensa su Dubai) che in Business ed è il maggio cliente di Airbus. E' l'azienda che ha ordinato 58 Airbus a 380 (l'aereo passeggeri più grande del mondo per intenderci) nonché altri aerei più "piccoli".

Gli Emirati Arabi sono tra quei paesi che hanno informazioni di prima mano sul petrolio non fosse altro perché lo estraggono dai giardini sotto casa, la domanda che mi pongo è, se loro sanno che il petrolio è finito come mai comprano 58 Airbus A380???

La risposta che mi sono dato è articolata:
- Il petrolio non è finito, diciamo che non è più un bene che si può sprecare.
- I paesi del golfo saranno comunque gli ultimi a finire il petrolio, dunque potranno permettersi di far volare le flotte anche quando per altre compagnie che non hanno il petrolio in casa sarà sconveniente farlo
- Il ritorno dell'investimento di un aeromobile non è esattamente breve dunque il petrolio, perlomeno per loro, sarà conveniente da utilizzare almeno per i prossimi vent'anni

Che ne pensate?
Cla

1 commento:

Danka ha detto...

Sarò pessimista, ma stento a credere che le energie rinnovabili per il settore aereo siano una questione di poco tempo, anzi! Il governo UAE o chi per esso, ha senz'altro fatto bene i suoi conti. Con tutto il traffico verso gli Emirates, faranno in tempo a ottimizzare la spesa, sopratutto se alcuni entusiasti come te contniueranno a farli la pubblicità! La CEE ha destinato 217 milioni di euro per la ricerca aeronautica nel periodo 2007-2013. Sono arrivati circa 200 progetti innovativi, di cui 36 verranno finanziati. Non tutti riguardano i carburanti: c'è di mezzo la fisica del volo, i materiali autoriparanti ed altro. Eppure... Penso che farò in tempo a diventare nonna prima che queste meraviglie voleranno sopra la mia testa. Non è come con l'IT, il cambiamento reale è più lento, perchè molto più costoso. Certo, costa anche il petrolio, ma non tanto quanto il rinnovamento di tutto il parco airbus di una compagna aerea. Agli arabi tra l'altro conviene aspettare: è meglio che il rodaggio se lo facciano gli americani e gli europei, no? Rischia chi ha fame, non chi ha la pancia piena...